DJ Sven Vath

A 18 anni Sven Vath diventa DJ alla discoteca “Dorian Gray” all’aeroporto di Francoforte sul Reno e inizia a farsi notare per l’abbigliamento stravagante e le esibizioni spontanee nel ballo durante il set. Nel 1983 inizia a suonare al club Vogue e ne diventa nel 1984 resident dj.
Stilisticamente si muove in questi anni tra disco music, soul e funk. A 18 anni Sven Vath diventa DJ alla discoteca “Dorian Gray” all’aeroporto di Francoforte sul Reno e inizia a farsi notare per l’abbigliamento stravagante e le esibizioni spontanee nel ballo durante il set. Nel 1983 inizia a suonare al club Vogue e ne diventa nel 1984 resident dj. Stilisticamente si muove in questi anni tra disco music, soul e funk. Nel 1985 fonda con Michael Munzing e Luca Anzilotti (in seguito Snap!) il progetto OFF. Il secondo singolo (Electrica Salsa) raggiunge in tutta Europa le vette della classifica. Dopo una tournee Sven Vath torna nel 1987 di nuovo al Dorian Gray e sostituisce il resident dj Ulli Brenner. Inizia a suonare pezzi di quel genere che allora veniva chiamato underground techno belga, oggi noto come EBM (Electronic Body Music). Nel 1988 termina la sua attivita al Dorian Gray e va per un paio di mesi a Ibiza. Dopo il suo ritorno compra insieme a Michael Munzing e Matthias Martinsohn un vecchio garage senza neanche l’impianto di condizionamento, lo fa modificare e apre il locale Omen, che chiudera il 18 ottobre 1998 con un grande party. Per le 1.000 persone che rimangono fuori, aspettando di entrare vengono messi degli amplificatori sulla strada